CAMPER e VAN

LA MIA STORIA DAL VAN AI CAMPER …

In questa pagina racconterò della mia storia dal VAN a i vari CAMPER descrivendovi i lavori svolti. Per i Viaggi magari creerò una pagina riservata ad essi.

Ero piccolo e mio padre aveva costruito un piccolo camper con il furgone che usava per lavoro. Abbiamo girato parecchio nei periodi estivi e ci ha regalato bellissimi ricordi …

Probabilmente è per questo che ho sempre avuto il pallino fisso del camper e in particolare dei viaggi con la “V ” maiuscola, dove il viaggio va goduto dalla partenza fino alla meta, vivendo attimo per attimo, esplorando e scoprendo nuovi paesaggi e tradizioni.

Dalla mia maggiore età ho iniziato la costruzione di un VAN, cioè un piccolo furgone semi camperizzato. Partendo da una base FIAT DUCATO 2000cc benzina comprato da un blocco asta della vecchia azienda telefonica “SIP”

La particolare scelta di un mezzo a benzina è stata voluta pensando a come avrei usato il VAN, cioè tutti i giorni sia per andare a lavorare sia per svago.

Per ciò dopo aver installato un impianto a metano con 4 bombole avevo una buona resa in Km contenendo la spesa.

Gli allestimenti interni, grazie all’aiuto di mio padre sono stati costruiti diverse volte cercando di creare un interno armonico e pratico. In fine la fortuna ci ha incontrato, visitando un auto demolitore abbiamo trovato un Van demolito, sempre Fiat Ducato ma di qualche anno più vecchio, dal quale abbiamo smontato tutto il possibile, anche se tanti pezzi erano arrugginiti o fradici, ci sarebbero serviti per riprodurli visto che quel Van era veramente bello. Dunque seguendo quella linea abbiamo ricostruito sul mio ducato il VAN.

Durante la ricostruzione degli interni abbiamo iniziato la lavorazione degli esterni che forse è stata la cosa più costosa e difficile. In fine abbiamo creato 2 tettucci apribili (prelevati da vecchie auto) uno per avanti e l’altro per dietro. Abbiamo reso tutti i fianchi del mezzo completamente lisci togliendo le classiche sagomature che sostituiscono il vetro su i mezzi da lavoro . In fine lo abbiamo abbellito con un kit estetico Lester e non solo per renderlo più simile possibile ad un VAN americano.

Alla fine dei lavori ci siamo affidati ad un carrozziere per la verniciatura del mezzo , con una vernice azzurra con dei cristalli luminosi all’interno che gli donava una lucentezza particolare.

Nel corso degli anni , partecipando a raduni nazioni dei VAN non sono mancate modifiche ed aggiornamenti , tipo vetri elettrici , chiusure centralizzate, volante e mozzo sportivo, scarichi lunghi, cromati e lungo i fianchi, impianto stereo con amplificatori subwoofer ecc… , sedili in pelle con movimenti elettrici e riscaldati, frigorifero a compressore ed infine un impianto di luci interne ed esterne.

Qui di seguito aggiungerò un le foto che descrivono di più di mille parole…

Nota curiosa, solo alcuni anni dopo durante un raduno ho scoperto che il mio furgone era una replica di un VAN famoso, preso tale dal film Abbronzatissimi (è un film del 1991, diretto da Bruno Gaburro.) era il furgone di una maga matilda…

A pensare che ho cestinato tutte le tappezzerie originali con le firme perché sporche e stropicciate… credevo fossero firme false…. e non avevo mai visto il film.

durante la costruzione del van sono stato chiamato a fare il servizio di leva che ho potuto svolgere vicino casa facendo servizio civile, non essendo auto munito perché il furgone era a smontato a pezzi, mio zio Gilberto mi prestò un vecchio camper su Fiat 242 che praticamente non usava mai e è restato con me fino alla fine dei suoi km , che oltre ad offrirmi un servizio di spostamento mi ha regalato, fine settimana e vacanze uniche in compagnia di amici….

Dopo l’esperienza con il vecchio camper 242 ho capito che la vita in camper era proprio quello che cercavo e il VAN non riusciva a darmi gli stessi confort. Per diversi anni sono riuscito ad avere sia il VAN che il camper visto che le spese di gestione del camper erano irrisorie con poche centinaia di euro pagavo bollo e assicurazione….

Quando il 242 non era più in condizioni di sicurezza stradale ho deciso di comprare un camper leggermente più grande e mi sono messo alla ricerca di un Mansardato con motrice Ford degli anni 90 in modo che avesse una linea che restasse giovane visto che è rimasto in produzione con piccoli restailing fino agli anni 2000. Sono riuscito a trovare un Mobilvetta su Ford Transit 2.4 iniezione diretta aspirato, che era praticamente una tartaruga ma inarrestabile. Oltre ai fine settimana in compagnia degli amici ci ha regalato ricordi vari dai concerti e serate in discoteca fino alle classiche vacanze di ferragosto…. (purtroppo non ho foto!! la foto sotto è di un modello uguale ma non mio…)

Sto crescendo, la vita cambia mi fidanzo e questo camper ci regala belle vacanze itineranti in coppia …. Giunge il bisogno di cercare un auto più comoda del mio van , ovvio intendo solo per l’uso quotidiano e di coppia , visto che con il Van venivo fermato dalle forze dell’ordine troppo troppo troppo spesso….

Venduto il VAN compro un auto ma siccome non riesco a stare lontano dalla confusione ne acquisto una troppo sportiva , Una CITROEN SAXO VTS con vernice fotocromatica, ribassata ecc… Resteremo insieme per qualche anno poi il fascino dell’auto sportiva svanisce con lo svanire dei soldi di benzina!!! Ed ho l’occasione di acquistare un auto di un collega di lavoro , AlfaRomeo 155 con impianto a metano tenuta benissimo.

Da qui inizia la nostra convivenza e iniziano anche le spese fisse , cosi decidiamo di eliminare il superfluo e perciò anche il camper che oramai era quasi in disuso lo vendiamo.

Resteremo senza Camper per diversi anni ma iniziammo a girare in Moto… Magari vi racconterò di più in un altro momento …..

Come al solito cresciamo e formiamo una famiglia , con l’arrivo di una splendida figlia, decidiamo di riacquistare un camper per godere delle comodità dello stesso. Con il dubbio e la paura di buttare i soldi che non abbiamo!! decidiamo di comprarne uno vecchietto ma con una buona meccanica . trovammo un motorhome su IVECO DAILY 2.5 tdi del 1991/2 .

Subito è sembrato un occasione e siamo riusciti a tirare fuori una buona trattativa , €5000 ed era tutto funzionante, solo qualche segno esterno rimediabile. Ma non è mai tutto oro quello che luccica e difatti come iniziamo a sistemarlo usci fuori che le pareti lunghe laterali erano completamente fradice!!! e per non buttare soldi iniziamo ad arrangiarci e decidiamo di ricostruirlo. Maaa, non sono riuscito a tener a freno le mie fantasie, cosi trasformai un vecchio camper in lamiera bucciata in uno in vetroresina liscia. Non aggiungo dettagli del lavoro ma vi mostro il lavoro durante e dopo ….(non sono riuscito a trovare le foto al momento dell’acquisto … in foto c’è anche mio padre che ha sempre contribuito ai lavori … )

Con questo lavoro riscoprimmo il piacere e la comodità della vita in camper, che divento l’unico modo di uscire per svago con tutta la famiglia…

Continuiamo ad invecchiare! la famiglia cresce arriva un altra splendida figlia e il camper divenne piccolo ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.